Sommario sezioni

salta il link home e vai al motore di ricerca salta il motore di ricerca e vai al menu delle sezioni principali
salta i contenuti principali a vai al menu

PG 164411/21 Lettera di doglianze al Sindaco Alan Fabbri

Attività della consigliera - Ottobre Novembre Dicembre 2021 - Gennaio-Febbraio-Marzo-Aprile-Maggio- Giugno 2022
    PG 164411/21                                                                                                                         Ferrara 27 dicembre 2021
 
                                                                                  Al Sig. Sindaco di Ferrara Alan Fabbri
 
Ho letto diverse sue dichiarazioni riferite all’Incendio del Castello.
Ancora una volta la Sua si è dimostrata una gestione fallimentare dell’emergenza COVID-19 nel nostro Comune e come Presidente della Conferenza Territoriale Socio Sanitaria. Il suo apporto è risultato persino controproducente.
Ciò che amaramente colpisce, è stato il suo maldestro tentativo di mettere in gioco un braccio di ferro tra Lei e il Prefetto, e quindi con il Governo Centrale.
Ha chiaramente dimostrato il Suo disinteresse per la salute dei cittadini, non ha cuore il bene della città. Non basta addobbarla maestosamente di luci e far credere che alcuni problemi non esistano o siano risolti, quando sono solo spostati di qualche metro (vedasi zona GAD).
Nessuno nega le difficoltà economiche che molte attività commerciali stanno attraversando a causa della pandemia. Ma ciò non giustifica che su di loro si debba ulteriormente infierire con una gestione schizofrenica e disastrosa da parte delle istituzioni.
Da settimane si susseguivano gli annunci di Sindaci, di vario colore politico, che con saggezza comunicavano gli annullamenti dei grandi aventi per le feste natalizie, senza aspettare decisioni dall’alto. Nonostante i contagi aumentati all’impazzata Lei ha fatto finta di nulla, dichiarando ai giornali “passeremo un Natale all’insegna della normalità”.
Ci hanno pensato per fortuna il Prefetto, con il voto unanime anche del suo Vicesindaco, e poi il Governo.
Ora si lamenta, ergendosi a paladino delle attività commerciali, che Lei per primo ha danneggiato, illudendo che tutto si sarebbe svolto normalmente. Ciò ha chiaramente indotto gli operatori economici a mantenere alte le aspettative, confermare gli ordinativi di merci, cibi, le prenotazioni, ecc..
Mi auguro che ciò Le serva da lezione, e che la smetta di speculare politicamente sulla comprensibile delusione delle attività del centro che avrebbero voluto, come tutti noi, lavorare, guadagnare ed ammirare il meraviglioso spettacolo dell’incendio del nostro amato Castello.
 
Colgo l’occasione di augurarLe un Buon Anno
Anna  Ferraresi


 
Ultima modifica: 28-12-2021
REDAZIONE: gruppo_misto
EMAIL: gruppo.misto@comune.fe.it