Sommario sezioni

salta il link home e vai al motore di ricerca salta il motore di ricerca e vai al menu delle sezioni principali
salta i contenuti principali a vai al menu

PG 38588/22 Emendamento al DUP Situazione Socio-Economica nel contesto Europeo, Nazionale e Regionale

Attività della consigliera - Ottobre Novembre Dicembre 2021 - Gennaio-Febbraio-Marzo-Aprile-Maggio- Giugno 2022
                                                                                                  
 
                                                                                                     Ferrara  19/03/2022
                                                                 
PG 38588/2022                                                                          Al Presidente del Consiglio Comunale
 
Oggetto: proposta di emendamento al DUP- Sezione introduttiva - 1.1 Condizioni esterne
1.1 - LA SITUAZIONE SOCIO-ECONOMICA  NEL CONTESTO EUROPEO, NAZIONALE E REGIONALE
 
Si propone di inserire nella Sezione introduttiva del DUP su La Situazione Socio-Economica nel contesto Europeo, Nazionale e Regionale l’invasione dell’Ucraina  da parte di Putin:
 
“L’analisi dello scenario internazionale non può non prendere in considerazione i recenti
accadimenti riguardanti la guerra all’Ucraina. Una conclamata situazione di crisi che ha avuto un forte impatto negativo sullo scenario economico europeo, nazionale e regionale.
Alla luce delle prime valutazioni sull’impatto della crisi aperta dall’invasione dell’Ucraina, la BCE ha rivisto al ribasso le stime della crescita del Pil reale nell’Eurozona:
 
              dicembre 2021           marzo 2022          variazione %
 
2022                  4,2                         3,7                      - 0,5
2023                  2,9                         2,8                      - 0,1
2024                  1,6                         1,6                        0,0
        
 
L’impatto stimato dalla Bce è di 0,5 punti percentuali concentrato sul 2022, rimanendo pressoché invariate le stime per biennio successivo. La Bce avverte inoltre che l’inflazione nel breve periodo dovrebbe essere più elevata a causa dei sensibili rincari delle materie prime, ma stabilizzabile attorno all’obiettivo del 2% nel medio periodo.
 
Anche per l’Italia sono recentemente state riviste le previsioni di crescita del Pil e dell’inflazione per il 2022. Prometeia ha rilasciato il 18 marzo 2022 le seguenti stime, rispetto a quelle dello scorso mese:
 
Stime 2022                  feb.2022                      mar.2022         var%
Pil                                3,6                               2,3                   -1,3                             
Inflazione                    3,5                               5,3                   +1,8
 
La revisione al ribasso del Pil italiano è superiore a quella media dell’area euro per la maggiore esposizione del paese allo shock della guerra  dovuta alla maggiore dipendenza energetica dalla Russia e alla più elevata esposizione in termini di scambi commerciali e finanziari rispetto ai partner europei.
L’incertezza degli eventi in corso non permette ancora di avere un dato relativo all’andamento regionale, che rimane ancora da stimare, ma ci si aspetta che la variazione di Pil e inflazione avrà per forza una ricaduta anche sui nostri territori che andrà ad impattare sui bilanci dì famiglie
e imprese.
 
 
 
                                                                                                         Anna Ferraresi
Ultima modifica: 21-03-2022
REDAZIONE: Gruppo Misto
EMAIL: gruppo.misto@comune.fe.it